Il Piacere Maschile: Come Farlo Godere Toccandolo

Come puoi provocare piacere in un uomo?

Il piacere maschile è di fondamentale importanza per avere un incontro erotico pienamente soddisfacente. Per aiutarvi, vi proponiamo una vera e propria mappa del piacere, sia per lui che per lei. E scommettiamo che troverete molte sorprese, perché i punti chiave dell’eccitazione non sempre coincidono con quelli che tutti immaginiamo.

La mappa del piacere maschile

La mappa del piacere maschile

Per anni si è erroneamente pensato che le zone erogene maschili si limitassero ai genitali. Questo perché si è pensato a lungo che l’uomo, dal momento che si eccita ed arriva all’orgasmo molto più velocemente rispetto alla donna, non avesse bisogno di particolari attenzioni.

Ma in realtà anche per il cosiddetto sesso forte i preliminari amorosi sono in grado di rendere l’atto sessuale molto più ricco di sensazioni e di emozioni: la geografia del piacere maschile è molto più ricca di quanto si possa pensare, e va percorsa nel modo giusto per poter aprire liberamente le porte della vera passione. Questa parte del nostro articolo è naturalmente dedicata a tutte le donne, che potranno così scoprire come soddisfare totalmente il partner.

I piedi

Cominciamo dai piedi. Avete mai provato a massaggiare i piedi del vostro uomo? Se non l’avete ancora mai fatto, il consiglio è quello di iniziare subito. Un bel messaggio con degli oli essenziali può non soltanto avere il merito di distendere e liberare da stress e tensioni accumulate, ma di scatenare la passione. Del resto sono diverse le pratiche sessuali che hanno come oggetto principale proprio questa parte del corpo, segno che se stimolati opportunamente i piedi favoriscono l’eccitazione sessuale.

I glutei

Molte donne confessano che il fondoschiena è la prima parte che guardano e che le colpisce del corpo di un uomo. Anche i glutei maschili, come del resto quelli femminili, sono particolarmente sensibili se opportunamente accarezzati. In questa zona la parte che produce una maggiore eccitazione è quella del solco, sia se viene accarezzata con le mani, ancor di più se viene stimolata con la lingua.

L’orecchio

Molto spesso si tende a tralasciare l’orecchio, dimenticandoci di quella che invece è la sua potenzialità anche in campo sessuale. Soprattutto, ad essere erogena è la parte che collega l’orecchio al collo: un massaggio proprio in questo punto potrebbe accendere molto velocemente il desiderio del vostro compagno.

Il ginocchio

Come Farlo Godere Toccandolo

Al ginocchio tra i preliminari non si pensa mai, eppure la parte posteriore è particolarmente sensibile. In fondo questa parte è quella che si presenta più liscia, solitamente priva di peli, dunque carezze e baci sono particolarmente graditi e capaci di immettere nella giusta direzione del piacere.

Il petto

Non sono solo le donne a godere se sapientemente toccate e stimolate in questa zona. Per gli uomini è lo stesso: il petto, magari attraverso lo strofinio dei capezzoli di lei, è una zona altamente erogena.

Addominali bassi

Non ha importanza quanto siano allenati gli addominali del vostro partner, se sono scolpiti oppure più rilassati. In ogni caso, a prescindere dalla forma fisica, gli addominali bassi, più esattamente la zona situata tra l’ombelico e il bacino, è in grado di risvegliare il desiderio.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Alessandro Vigini

Alessandro Vigini

Ma chi sono io? Non voglio farmi chiamare dottore perché allora significherebbe che voi siete malati, non voglio farmi chiamare psichiatra perché non credo voi siate matti. In realtà sono solo un uomo che ha deciso di dedicare la propria vita allo studio della psicologia umana con lo scopo di diminuire il numero dei divorzi e aumentare quello dei matrimoni. Segui le Mie Stories su Instagram

Lascia un commento